Archivi

Involtini di fagiolini

Purtroppo il tempo di rilassarmi, accendere il computer e dedicarmi alle mie ricette ultimamente è stato molto limitato, anzi direi: nullo..

Ma in questi 2 minuti liberi, vi descrivo quest’idea per un contorno veloce e saporito:

fagiolini lessati in acqua salata

fette di prosciutto crudo

formaggio Asiago o simili

Tagliate il formaggio in listarelle lunghe e spesse quanto i fagiolini; circondate una listarella di formaggio  con qualche fagiolino e  avvolgete con una fetta di prosciutto.

Disponete gli involtini in una teglia e aggiungetevi sopra un filo d’olio. Infornate quando il forno è caldo a 180° per circa 7-10 minuti (il tempo necessario per far sciogliere il formaggio). Servite caldi.

Annunci

Insalata di patate, fagiolini, cipolla e pinoli

Questo insalatone (senza insalata!) è un gustoso contorno freddo.

Una manciata di fagiolini lessati

3 patate lessate

2 cipolle Tropea

40 g. pinoli

olio e.v.o. e Aceto Balsamico Tradizionale di Modena

sale e zenzero in polvere

Tagliare finemente la cipolla lasciando possibilmente gli anelli interi.

Cuocerla in una padella antiaderente con un cucchiaio di olio e 2-3 di acqua per circa 10 minuti.

La cipolla deve  appassire ma non bruciarsi.

A fine cottura salare e aggiungere una spolverata di zenzero in polvere.

Poi unire alle patate tagliate a tocchetti e ai fagiolini tagliati a pezzi di circa 2 cm.

Condire con olio extra vergine di oliva, aceto balsamico e sale.

Su consiglio di Carla, ho aggiunto all’ultimo i pinoli, tostati 5 minuti con il grill del forno. Ottimo consiglio che ha dato il tocco finale a questo insalatone buono-buono!

Nella foto mancano i pinoli e l'aceto balsamico, che ho aggiunto poco prima di servire.

Pomodori gratinati

A me piacciono molto le verdure gratinate e ieri sera ho fatto i pomodori. Preparo il ripieno sempre a occhio, ma provo a darvi un’idea di come li faccio io…

4 pomodori a grappolo

6 cucchiai di pane grattugiato

3 cucchiai di parmigiano reggiano

1 cucchiaio di prezzemolo tritato

1 cucchiaio abbondante di olio evo

sale e pepe

Tagliare i pomodori in due parti e scavarli per eliminare semi e liquido. Disporli in una teglia con carta da forno o un filo d’olio. Salarli un po’ all’interno.

Mescolare gli altri ingredienti in una tazza grande o una ciotola. Io uso il prezzemolo congelato (a fine estate trito a mano o nel mixer del prezzemolo lavato e ben asciugato, e lo conservo in freezer in un contenitore di plastica, pronto per l’uso!).

Distribuire il ripieno con un cucchiaino, premendo leggermente in modo che si compatti all’interno del pomodoro.

Aggiungere sopra un filo d’olio o un ciuffetto di burro.

Infornare a forno caldo per circa 40 minuti a 190°.

Secondo me sono più buoni scaldati che appena fatti, quindi consiglio di farli in anticipo e poi scaldarli 5-10 minuti in forno prima di mangiarli.

Uso questo ripieno anche per i peperoni e le zucchine.

In realtà ieri non avevo pane secco da grattugiare quindi ho sbriciolato delle fette biscottate e il risultato è stato ottimo…!

Insalata di primavera

“Mamma un mio amico dice che i fiori si mangiano” il mio bimbo di 4 anni… Verissimo! ma non tutti.. e per evitare intossicazioni, oggi gli ho preparato un’insalatina con primule e viole del nostro giardino, spiegandogli che solo questi sono i fiori commestibili e tutti gli altri non vanno neanche assaggiati (probabilmente ce ne sono anche altri ma meglio star sul sicuro..!!)

Ingredienti:

Insalata gentilina (o comunque a foglia tenera)

Primule

Viole

Semi di girasole tostati

Olio evo e sale

Carote al miele

Ieri sera cercavo in rete un’idea per cucinare le carote (che erano in offerta e ne ho comprate in gran quantità!) e ho trovato tante ricette sfiziose che includono le carote, come tortini, gnocchi e frittate… Ma io volevo qualcosa di semplice (e magari poco calorico!) per prepararle come contorno al merluzzo impanato e ho trovato questa! Dal sapore agrodolce, ci è piaciuta molto, bimbi compresi!

600 g. carote

3 cucchiai di olio evo

2 cucchiai miele millefiori

1 cucchiaio aceto di vino bianco

20 g. mandorle filettate o a a pezzetti

sale e pepe

La ricetta originale prevedeva carotine baby ma io ho tagliato a fettine le carote che avevo.

Disporle su una pirofila da forno e condirle con l’olio; salare abbondantemente e pepare.

Cuocere in forno a 200° per 20 minuti. Nel frattempo miscelare miele e aceto e versarlo sulle carote dopo i 20 minuti, poi cuocere altri 30 minuti circa. Le carotine dovranno essere cotte ma ancora croccanti. Guarnire con mandorle leggermente tostate (io le ho tostate in forno con la funzione grill durante gli ultimi minuti di cottura delle carote).

Servire ben calde!

Cipolle ripiene

Da un po’ di tempo a  questa parte ho proibito a me stessa di comprare libri di cucina (che ormai evito anche di guardare in libreria perchè la tentazione sarebbe troppo forte..!). Penso sia bellissimo sfogliare un libro di ricette, soprattutto se anche ben illustrato, ma in qualche modo bisogna pur risparmiare soldi e spazio..! Su internet si trovano tantissime cose, e anche i mensili gratuiti delle catene tipo Conad o Esselunga spesso regalano belle idee sfiziose.. Eccone una valida sia come secondo, sia come contorno.

3 cipolle medio-garndi

100 g lenticchie lessate al naturale

30 g uvetta

20 g pinoli

(1 rametto di rosmarino)

olio evo, sale e pepe

 

Sbucciare le cipolle e cuocerle 10 minuti in acqua salata. Poi tagliarle a metà.

Io ho preferito tagliarle a metà crude, avvolgerle in pellicola trasparente, forare la pellicola e cuocerle in microonde per 8 minuti.

 

 

Con una forchetta, togliere gli strati interni, lasciandone solo 3-4. Tritare bene la parte estratta. Mettere a bagno in acqua tiepida l’uvetta e lasciar ammorbidire.

Rosolare in padella la cipolla tritata con 2 cucchiai d’olio, poi aggiungervi le lenticchie, l’uvetta scolata e i pinoli. Salare e pepare e cuocere per qualche minuto, mescolando.

Farcire con il composto le cipolle svuotate e mettere in una teglia con un filo di acqua salata e rosmarino sul fondo.

Coprire con stagnola e cuocere per 20 minuti a 200°. Grigliare senza stagnola per 5 minuti.