Archivio | febbraio 2012

Carote al miele

Ieri sera cercavo in rete un’idea per cucinare le carote (che erano in offerta e ne ho comprate in gran quantità!) e ho trovato tante ricette sfiziose che includono le carote, come tortini, gnocchi e frittate… Ma io volevo qualcosa di semplice (e magari poco calorico!) per prepararle come contorno al merluzzo impanato e ho trovato questa! Dal sapore agrodolce, ci è piaciuta molto, bimbi compresi!

600 g. carote

3 cucchiai di olio evo

2 cucchiai miele millefiori

1 cucchiaio aceto di vino bianco

20 g. mandorle filettate o a a pezzetti

sale e pepe

La ricetta originale prevedeva carotine baby ma io ho tagliato a fettine le carote che avevo.

Disporle su una pirofila da forno e condirle con l’olio; salare abbondantemente e pepare.

Cuocere in forno a 200° per 20 minuti. Nel frattempo miscelare miele e aceto e versarlo sulle carote dopo i 20 minuti, poi cuocere altri 30 minuti circa. Le carotine dovranno essere cotte ma ancora croccanti. Guarnire con mandorle leggermente tostate (io le ho tostate in forno con la funzione grill durante gli ultimi minuti di cottura delle carote).

Servire ben calde!

Annunci

Cipolle ripiene

Da un po’ di tempo a  questa parte ho proibito a me stessa di comprare libri di cucina (che ormai evito anche di guardare in libreria perchè la tentazione sarebbe troppo forte..!). Penso sia bellissimo sfogliare un libro di ricette, soprattutto se anche ben illustrato, ma in qualche modo bisogna pur risparmiare soldi e spazio..! Su internet si trovano tantissime cose, e anche i mensili gratuiti delle catene tipo Conad o Esselunga spesso regalano belle idee sfiziose.. Eccone una valida sia come secondo, sia come contorno.

3 cipolle medio-garndi

100 g lenticchie lessate al naturale

30 g uvetta

20 g pinoli

(1 rametto di rosmarino)

olio evo, sale e pepe

 

Sbucciare le cipolle e cuocerle 10 minuti in acqua salata. Poi tagliarle a metà.

Io ho preferito tagliarle a metà crude, avvolgerle in pellicola trasparente, forare la pellicola e cuocerle in microonde per 8 minuti.

 

 

Con una forchetta, togliere gli strati interni, lasciandone solo 3-4. Tritare bene la parte estratta. Mettere a bagno in acqua tiepida l’uvetta e lasciar ammorbidire.

Rosolare in padella la cipolla tritata con 2 cucchiai d’olio, poi aggiungervi le lenticchie, l’uvetta scolata e i pinoli. Salare e pepare e cuocere per qualche minuto, mescolando.

Farcire con il composto le cipolle svuotate e mettere in una teglia con un filo di acqua salata e rosmarino sul fondo.

Coprire con stagnola e cuocere per 20 minuti a 200°. Grigliare senza stagnola per 5 minuti.

Pizza!

Sabato sera pizza! Eravamo 7 adulti e 5 bimbi e ho cominciato alle 13 a pasticciare, perchè non l’avevo mai fatta per tante persone e , in effetti, fra impasto, lievitazione, condimento e cottura bisogna avere il pomeriggio libero (e per fortuna ero libera anche dai pargoli, santi nonni…!!).

Ognuno fa la pizza a modo suo e penso sia molto bello che in ogni casa si faccia la pizza in modi diversi… e mi piace assaggiare le pizze fatte in casa perchè rispecchiano un po’ i gusti e le abitudini di chi le fa…

Questa la mia ricetta (del tipo un po’alta..):

500 g farina 00 Gran Mugnaio (molino Spadoni) consigliata per pizza

(oppure 350 g. farina 0 e 150 g. farina manitoba)

1 bustina di lievito di birra secco (o un cubetto di lievito fresco)

1 cucchiaio raso di sale

1 cucchiaino di zucchero

Impastare la farina, il sale e il lievito con 250-300 ml di acqua tiepida (non calda altrimenti non lieviterà l’impasto), fino a ottenere una pasta morbida e liscia. Lasciarla lievitare in una ciotola per 2 ore, coperta da un burazzo umido (io metto la ciotola nel forno spento così è riparata dall’aria).

Ungere una teglia grande con olio evo (extra vergine d’oliva) e mettere al centro l’impasto.
Con le dita spargerlo su tutta la superficie della teglia. Tranquilli se vi sembra difficile all’inizio! potete cominciare, poi aspettare qualche minuto e la pasta risulterà più morbida ed elastica così finirete l’operazione.

Premete con i polpastrelli sulla pasta in modo da formare tante piccole fossettine (consiglio questo della nonna Giampi!)

Lasciare riposare la pasta 30-60 minuti poi condire. E qui viene il bello…: spazio alla fantasia!

Di seguito vi elenco alcune idee, sperando di ricevere tanti altri suggerimenti..!

  • pomodoro, mozzarella, origano, capperi e olive
  • pomodoro, mozzarella, salsiccia (sbriciolata con le mani) oppure cubetti di prosciutto cotto
  • pomodoro, mozzarella, carciofini e cotto
  • pomodoro, mozzarella, biete (bollire le biete, scolarle e sminuzzarle. mescolarle a parmigiano reggiano e un po’ di philadelphia o ricotta)
  • pomodoro, mozzarella e formaggi vari che trovate in frigo
  • mozzarella, cipolle tagliate sottili e parmigiano a scaglie (che si aggiunge solo 2 minuti prima di sfornare)
  • mozzarella, salsiccia, patate tagliate a rondelle sottili e lessate a microonde per 4 minuti
  • mozzarella, provola e prosciutto crudo (la provola va aggiunta  solo 2 minuti prima di sfornare e il prosciutto dopo averla tagliata)
  • mozzarella, spinaci o broccoli e gorgonzola
  • ….

Prima di infornare aggiungo sempre una spolverata di parmigiano per insaporire e con una forchetta premo leggermente la mozzarella perchè si mischi al resto; non mi piace che si strini durante la cottura. E al pomodoro aggiungo un po’ d’olio evo.

Prima di condire le pizze bianche, passo un filo d’olio sull’impasto.

Inforno nella parte medio-bassa del forno a 200° per circa 20 minuti.

Bacetti di meringa

Con alcuni spumini ho sperimentato questi bacetti:

La farcitura è fatta di ricotta e crema di nocciole Novi.

L’ho fatto a occhio ma indicativamente la proporzione era:

un cucchiaio di ricotta e un cucchiaino di cioccolata spalmabile.

Bisogna conservare in freezer i bacetti fino al momento di servirli così la farcitura diventa soda.

Panini alle noci o semi vari

300 g. farina 0

200 g farina manitoba

250 ml latte

70 gr burro

1 cubetto di lievito

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di zucchero

100 g. noci o semi vari

Impastare tutti gli ingredienti. Si otterrà un impasto sodo. Lasciarlo lievitare 2 ore. Aggiungere a piacere: noci, semi di girasole, semi di papavero, semi di lino, semi di sesamo, miglio (a me piace farli di diverso tipo quindi divido l’impasto in 2-3 parti  a seconda di quante varietà voglio preparare).

Mescolare bene con le mani l’impasto insieme ai semi e formare palline poco più grandi di una noce.

Infornare a forno già caldo a 180° per circa 20-25 minuti. Appena la superficie risulta dorata sono pronti.

Con la stessa ricetta potete fare anche un’unica pagnotta.

Io preferisco fare i panini perchè è più semplice controllare la cottura!

Meringata

Facile e veloce da preparare se avete a disposizione gli spumini.

Dose per 5-6 persone:

250 ml panna liquida fresca

15-20 spumini

un cucchiaio zucchero a velo

Montare bene la panna, e aggiungere lo zucchero prima che sia del tutto montata. Sbriciolare 2/3 degli spumini che avete e mescolarli delicatamente alla panna usando un cucchiaio di legno, muovendolo dall’alto in basso (così non farete smontare la panna).

Versare nella terrina in cui servite il dolce oppure in ciotole mono-porzione, e guarnire con i restanti spumini e a piacere: goccie di cioccolato, cioccolato fuso, praline di nocciole, confettura di mirtilli o di lamponi.

Mettere in freezer per almeno 2-3 ore e spostarla in frigo 1 ora prima di gustarla.

Schiumini o spumini

Avete fatto una crostata o i biscotti di pasta frolla e non sapete come smaltire gli albumi?

La frittata di soli albumi non è il massimo e buttarli è un peccato (e comunque “non si buttano nel lavandino” come dice mio marito, perchè intasano lo scarico..).

Per la gioia di grandi e piccini.. perchè non fare gli spumini!?!

In realtà a me piace più farli che mangiarli ma in casa mia bimbi e nonni sgranocchiano sempre volentieri qualche schiumino.. e poi, con poco tempo e qualche ingrediente in più, si può sempre preparare una meringata o dei bacetti di meringa..!

Ecco la mia ricetta per ottenere 2 teglie di spumini:

2 albumi d’uovo freschi (ogni albume pesa circa 35 g.)

150 g. zucchero

mezza bustina di vanillina

qualche goccia di limone

1 pizzico di sale

Versare gli albumi in una terrina con un pizzico di sale e montarli con le fruste elettriche finchè risulteranno sode. Quindi aggiungere poco alla volta lo zucchero, continuando a mescolare con le fruste. Aggiungere poi qualche goccia di limone, che aiuta a mantenerli bianchi e la vanillina.

Importante mescolare TANTO, la consistenza dev’essere fermissima. 5 minuti di fruste elettriche accese è il minimo indispensabile perchè siano ben montati – ma se avete anche più pazienza, ancora meglio!-

Con la siringa con il foro a stella, distribuire la schiuma sulla carta da forno nella teglia (o sulla teglia di silicone, comodissima!). Potete anche fare quest’operazione con 2 cucchiaini; la forma non sarà particolarmente bella ma saranno ugualmente buoni.

Infornare a 70° per almeno 2 ore, meglio se a forno ventilato. Poi lasciarli nel forno spento per altre 2 ore. Prima di spegnere il forno, potete controllare se sono pronti, tastandone uno nella parte inferiore; se sarà duro e lo schiumino rimane intatto, allora è ben cotto. Se invece la superficie si rompe, significa che non sono ancora ben asciutti.